UNDER CHANGEOVER

UNDER CHANGEOVER

Contrasti, fruscii, sussurri, vibrazioni robotiche,rumori glaciali, il piano vellutato e accogliente: UNDER CHANGEOVER, progetto sperimentale neonato (since febbraio 2016), ci mostra una personale connessione di suoni caldi e classici con suoni freddi e sintetici, il tutto in perenne metamorfosi. É un racconto di un ragazzo seduto al pianoforte che compone. E riflette.

Adriano esplora i suoni che già conosce e quelli sconosciuti: li ottiene con gli strumenti musicali, con il sintetizzatore, un drum pad, qualsiasi oggetto possa produrre un suono che lo aiuti nella sua ricerca.

Il primo album omonimo UNDER CHANGEOVER racconta una storia di analisi e sperimentazione, di intimità musicale e scoperta multimediale, destrezza compositiva e improvvisazioni.

Il suo linguaggio è la musica, ma la narrazione supera la sfera sensoriale e solletica la nostra immaginazione: ognuno dei 9 brani è a sua volta una piccola storia, una suggestione che a volte si impone prepotente e a volte mormora delicata.

Ogni traccia nasce da un impulso. Un ricordo, una storia vissuta o un desiderio –  tutte espressioni del corpo, che poi corpo perderanno: saremo noi a ricostruire queste storie con la nostra mente, il nostro immaginario e la nostra creatività. Ma tutto sarà filtrato dall’esperienza e dalle conoscenze – e coscienze – pregresse. E, sicuramente, dalle nostre emozioni.

Fino al 10 febbraio 2017, data di uscita di UNDER CHANGEOVER sul profilo Facebook UNDER CHANGEOVER Facebook page, ogni giorno Adriano pubblica un breve racconto riferito a ciascuno dei suoi brani; ogni giorno un indizio con cui, forse, trovare delle risposte. O forse no.

Potete seguire UNDER CHANGEOVER anche su Instagram e ascoltare in streaming le tracce su SoundCloud e mx3.ch. L’album sarà scaricabile su bandcamp.

Détachement
Day 6.2.17

6 Détachement // the detachement from a really important person, but really when I wrote this song was kind of a state of mind, everything was detached from me, everything was far away from me. So I wondered: what happens if one hand of our body goes away? With this idea in my mind i wrote this song just with one hand, the left one, to create a kind of connection between hand and heart.

adri-copia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...